Tipologie DIFETTI, analisi e SOLUZIONI

Tipologie DIFETTI, analisi e SOLUZIONI

Otoplastica per riduzione del lobo auricolare grande

La richiesta di ridurre le dimensioni del lobo auricolare è poco frequente. Effettuo l'intervento solo nei casi in cui anche dal mio punto di vista c'è una sproporzione tra il lobo auricolare e la restante parte del padiglione.

Il  lobo auricolare si può presentare eccessivamente largo, eccessivamente lungo o entrambe.

ANALISI DELLE ORECCHIE
Nel caso specifico il paziente chiedeva di ridurre i lobi delle orecchie che lui vedeva eccessivamente grandi e lunghi rispetto al resto dell'orecchio.
Dall'analisi dei lobi auricolari risulta in effetti che presentano una eccessiva lunghezza verso il basso e una eccessiva larghezza in senso anteroposteriore.

VISITA PREOPERATORIA
Durante la visita preoperatoria, si ascolta il punto di vista del paziente, si analizzano le orecchie, si spiega al paziente (come in questo caso), che il lobo in effetti è eccessivamente lungo e largo e che potrebbe essere ridotto anche di molto, ma viene chiarito che  il lobo che andiamo a creare deve essere proporzionato con il resto dell'orecchio e che è normale che all'inizio sarà un po' gonfio.
Vista la tecnica necessaria per ridurre molto un lobo così sviluppato, occorre accertarsi della modalità  di cicatrizzazione del paziente, in particolare occorre accertarsi della qualità di altre cicatrici presenti sul corpo.
Per ridurre un lobo così sviluppato occorre infatti asportare per forza una porzione di lobo e procedere alla simultanea ricostruzione, con conseguente cicatrice finale che attraversa l'intero lobo.
L'obiettivo  è che la cicatrice sia il più possibile invisibile. Se il paziente presenta sul corpo cicatrici ipertrofiche o  keloidi, l'intervento anche se indicato dal punto di vista delle proporzioni è assolutamente da non effettuare.
Infatti la sutura del chirurgo plastico garantisce una cicatrice il più sottile e invisibile possibile, ma l'esito finale dipende anche dalla modalità di cicatrizzazione del paziente.

 
INTERVENTO
La riduzione del lobo auricolare verrà effettuata secondo quanto è stato stabilito e chiarito al paziente durante la visita preoperatoria e secondo quanto è scaturito dall'analisi preoperatoria delle orecchie.
L'entità esatta della riduzione del lobo è fissata tramite un disegno preoperatorio effettuato con penna dermografica.
Il disegno è effettuato con precisione in base al progetto finale che tiene conto dello studio delle proporzioni.

Ci si scusa dell'immagine cruenta, ma spiega implicitamente  l'importanza di valutare preoperatoriamente la qualità della cicatrizzazione del paziente. In base a questa si decide se effettuare o meno l'intervento.

La ricostruzione avviene tramite sutura a tre strati. La zona cruenta viene suturata con punti interni riassorbibili, la faccia anteriore e posteriore del lobo con punti esterni molto fini che verranno tolti  già dopo qualche giorno.

Il confronto delle foto prima e dopo intervento di riduzione lobo (in alto), mostra un lobo meno allungato in basso e in avanti, più proporzionato rispetto al resto del padiglione e con una cicatrice quasi invisibile. Vi è ancora un po' di gonfiore essendo la foto stata scattata a sole quattro settimane dall'intervento.

(se desideri essere contattato)
(se desideri essere contattato)
privacy
✱ I campi con l’asterisco sono richiesti
privacy
✱ I campi con l’asterisco sono richiesti
privacy
✱ I campi con l’asterisco sono richiesti

Dott. Corrado Andorno

Libero professionista

Lingue parlate

Laurea in Medicina e Chirurgia 110/110 e Lode
Specialità in Chirurgia Plastica 70/70 e Lode
25 anni esperienza nell’otoplastica

Back To Top