Interventi otoplastica

INTERVENTI OTOPLASTICA

Intervento per lobo auricolare fissurizzato

FISSURAZIONE DEL LOBO:  COMPLETA (TOTALE) O INCOMPLETA (PARZIALE)

La fissurazione del lobo auricolare può essere incompleta (parziale) o completa (totale).
La fissurazione è incompleta  o parziale quando il foro dell'orecchino si è dilatato e allungato verso il basso e al suo posto è presente una fessura verticale, che però non arriva  ancora a dividere il lobo auricolare in due parti.
La fissurazione è completa o totale quando la fessura allungandosi progressivamente verso il basso, ha interessato il bordo libero interrompendolo e ha diviso il lobo in due parti.

 

FISSURAZIONE DEL LOBO AURICOLARE: CAUSE

 La fissurazione del lobo auricolare può essere su base traumatica, ma più spesso è causata da allergia al nichel contenuto negli orecchini. L'allergia provoca una infiammazione e irritazione, con macerazione cutanea e trasformazione dell'iniziale buco dell'orecchino in fessura.
Se non si eliminano gli orecchini contenenti nichel, la fessura si allunga gradualmente sino a poter arrivare a una fissurazione  completa.

 

FISSURAZIONE DEL LOBO AURICOLARE: INTERVENTO

L'intervento consiste nella  cruentazione dei margini cutanei  della fessura e sutura..
La sutura viene effettuata in tre strati. Due tre punti interni riassorbibili a livello della zona cruenta, e alcuni punti esterni fini  a livello della faccia anteriore  e posteriore del lobo auricolare.
C'è una variazione di tecnica a livello del bordo libero del lobo, a seconda che si debba correggere una fissurazione completa o incompleta..
L'obiettivo è un nuovo lobo con cicatrice il più possibile invisibile.
Per ottenere questo la cosa migliore è chiudere con la fessura anche il buco dell'orecchino.
Il buco dell'orecchino potrà essere rifatto qualche mese dopo l'intervento.

 

FISSURAZIONE DEL LOBO AURICOLARE: PREPARAZIONE ALL'INTERVENTO

La preparazione preoperatoria è analoga a tutti gli interventi di otoplastica.
Viene raccolta un'anamnesi volta a identificare soprattutto precedenti  allergie a farmaci quali anestetici locali, antibiotici ecc.

Occorre effettuare test preoperatori, tra i quali in particolare i test  della coagulazione:
emocromo + formula, PT, PTT, Fibrinogeno.

Occorre inoltre le due settimane precedenti l'intervento non assumere farmaci contenenti acido acetilsalicilico e antiaggreganti piastrinici quali, aspirina, cemirit, vivin C, aulin, oki, cibalgina. moment, brufen ecc.
Questi farmaci bloccando l'aggregazione piastrinica alterano la coagulazione.

In caso di necessità (mal di testa, mal di denti ecc) i giorni precedenti è possibile assumere tachipirina, efferalgan, coefferalgan, tachidol, novalgina, antibiotici.

Lavare i capelli il giorno precedente all'intervento.

In caso di sintomi influenzali avvertire il medico per rinviare l'intervento.

Il mattino dell'intervento fare colazione come al solito e assumere una cp di antibiotico.

 

FISSURAZIONE DEL LOBO AURICOLARE: POSTOPERATORIO

Dopo l'intervento non vi è dolore, al limite un leggero bruciore quando passa l'anestesia,  per il quale non è necessario assumere antidolorifici.
La medicazione è abbastanza contenuta, è limitata  al lobo e va  da tenuta per circa 7gg.
Si ricorda di proseguire la copertura antibiotica e di non assumere aspirina e  antiaggreganti piastrinici.
I risultati sono molto buoni, con obiettivo come dicevamo di avere un lobo nuovo  senza il buco dell'orecchino.
Il buco dell'orecchino potrà essere rifatto dopo qualche mese.

(se desideri essere contattato)
(se desideri essere contattato)
privacy
✱ I campi con l’asterisco sono richiesti
privacy
✱ I campi con l’asterisco sono richiesti
privacy
✱ I campi con l’asterisco sono richiesti
Back To Top

Dott. Corrado Andorno

Laurea in Medicina e Chirurgia 110/110 e Lode
Specialità Chirurgia Plastica 70/70 e Lode
25 anni esperienza nell’otoplastica